Aforisma del giorno

Il comportamento complessivo dell’uomo nella vita dipende da quello che ha nel suo pensiero.

Bowl of Saki, 11 Giugno, Hazrat Inayat Khan.

La nascita della nuova era

È abbastanza chiaro che la nuova era non sarà peggiore, perché quando il peggio è accaduto non può esserci qualcos’altro oltre a questo. La condizione peggiore conclude un ciclo, e il nuovo ciclo necessariamente deve iniziare meglio. Se ci guardiamo indietro con una visione profonda e con un vero senso di giustizia, è chiaro che come individui, come comunità, come nazioni, e come razze il mondo è andato di male in peggio in quanto a egoismo. 

Non c’è una religione in questo mondo i cui seguaci non siano in rivolta contro i loro leader sul sentiero. La religione ha gradualmente perso la sua verità, ed è sopravvissuta soltanto nel nome. Perciò non possiamo più essere inconsapevoli dei nostri peccati nel passato. 

Se osserviamo le distinzioni razziali, vediamo che l’odio di una razza per un’altra è sempre aumentato con la civilizzazione. Il pregiudizio di colore, la distinzione di classe, le differenze tra Oriente e Occidente, e il dominio di un sesso sull’altro non sono ancora scomparsi; sono piuttosto in aumento. 

In qualunque direzione guardiamo – alla prosperità del commercio, al grande progresso nell’istruzione, nell’arte e nella scienza – ovunque possiamo vedere la corruzione del mondo estinguere l’ideale di amicizia e di relazione personale. 

Nello sviluppo dell’educazione, la conoscenza dello scopo dell'anima, la sola cosa che ha valore nella vita, è trascurata. L'educazione fornisce i requisiti necessari a un uomo per diventare egoista al meglio delle sue capacità, e per avere la meglio su un altro. L'arte ha perso la sua libertà di grazia e bellezza, da quando la ricompensa dipende dell'approvazione di persone insensibili e cieche. La scienza è degenerata proprio perché lo scienziato ha limitato la propria visione al mondo oggettivo e ha negato l'esistenza della vita che è oltre la percezione. In assenza di un'ideale più elevato lo sforzo costante per invenzioni materiali ha portato l'uomo ai congegni che hanno messo il mondo a ferro e fuoco. Coloro che subiscono il fascino della distruzione sono inconsapevoli di tutto questo; non possono saperlo finché le nuvole dell'oscurità non siano state disperse, i loro cuori non siano chiari e le loro menti non si siano riprese da questa intossicazione che impedisce loro di pensare e di comprendere. 

Nell'era futura le razze si mescoleranno sempre di più ogni giorno, sviluppandosi alla fine in una razza mondiale. Le nazioni svilupperanno uno spirito democratico e abbatteranno ogni elemento che le rende ostili l’una contro l’altra. Ci saranno alleanze di nazioni finché non ci sarà un'alleanza mondiale di nazioni, in modo che nessuna nazione possa essere oppressa da un'altra, ma tutte lavoreranno in armonia e libertà per la pace comune. La scienza sonderà i segreti della vita invisibile, e l'arte seguirà più da vicino la natura. Le persone di tutte le classi saranno visibili ovunque. Il sistema delle caste scomparirà e le comunità perderanno la loro esclusività, mescolandosi tutte insieme, e i loro seguaci saranno tolleranti gli uni verso gli altri. I seguaci di una religione saranno capaci di pregare le preghiere di un'altra, finché la verità essenziale diventerà la religione del mondo intero e la diversità delle religioni non ci sarà più. L'educazione culminerà nello studio della vita umana, e l'apprendimento si svilupperà su quella base. Il commercio diventerà più universale e sarà gestito sulla base di un profitto comune. Il lavoro si troverà fianco a fianco con il capitale su un piano di parità. 

I titoli avranno poca importanza. I segni d'onore diventeranno evidenti. Il settarismo nelle fedi e nelle credenze diventerà obsoleto. Rituali e cerimonie saranno una rappresentazione teatrale. Le donne diventeranno più libere ogni giorno in tutti gli aspetti della vita, e le donne sposate saranno chiamate con i loro nomi. I figli e le figlie saranno chiamati con il nome della loro città, villaggio o nazione, invece che con il cognome. Nessun lavoro sarà considerato servile. Nessuna posizione nella vita sarà umiliante. Ognuno penserà agli affari suoi, e tutti converseranno l'uno con l'altro senza richiedere presentazioni. 

Marito e moglie saranno come dei compagni, indipendenti e staccati. I figli seguiranno le proprie inclinazioni. Servitore e padrone esisteranno così solamente durante le ore del lavoro, e il senso di superiorità e di inferiorità fra la gente scomparirà. La medicina eliminerà il bisogno della chirurgia e la guarigione prenderà il posto della medicina. Nuovi modi di vivere si manifesteranno, la vita di albergo predominerà sulla vita di casa. I rancori verso parenti, le lamentele sui servitori, il trovare mancanze nei vicini, tutto questo cesserà di accadere, ed il mondo continuerà a migliorare in ogni aspetto della vita fino al giorno di Gayamat, in cui tutto il vano chiacchierare cesserà, e in cui sarà udito ovunque il grido: "Pace, pace, pace!" .