Aforisma del giorno

Credi in Dio con la fede di un bambino; perché la semplicità unita all’intelligenza è il segno dei Santi

Bowl of Saki, 27 Febbraio, Hazrat Inayat Khan.

La purificazione della mente

Come è necessario pulire e purificare il corpo, così è necessario, o forse ancora più necessario, che la mente venga pulita e purificata. Tutte le impurità causano malattie, come anche l’irregolarità nel funzionamento dell’organismo. Lo stesso vale per la mente. Ci sono impurità che appartengono alla mente che possono causare diverse malattie, e ripulendo la mente si contribuisce a creare salute sia nel corpo che nella mente. Con salute intendo la condizione naturale. E cos’ è la spiritualità se non essere naturali?

Ben pochi la pensano così. Molte persone pensano che essere spirituali significhi essere in grado di fare miracoli, essere in grado di vedere cose strane, fenomeni straordinari; e pochissimi sanno quanto sia semplice, che essere spirituali significa essere naturali.

La purificazione mentale può essere fatta in tre modi diversi.

Il primo modo è placare la mente perché molto spesso è l’attività della mente che produce impurità.

Placare la mente elimina da essa le impurità; è come accordare la mente al suo tono naturale. La mente può essere paragonata a uno specchio d’acqua. Quando l’acqua è imperturbata, il riflesso in essa è chiaro; e così è con la mente. Se la mente viene disturbata, non si ricevono intuizione, ispirazione in modo chiaro. Quando la mente è calma riceve un riflesso chiaro come lo specchio d’acqua quando l’acqua in esso è calma.

Questa condizione si raggiunge con la pratica del riposo fisico. Sedendo in una certa postura si crea un certo effetto. I mistici nella loro scienza conoscono diversi modi di stare seduti in silenzio e ogni modo ha un determinato significato. E non è soltanto un significato immaginario; esso produce un effetto preciso. Io ho avuto, sia personalmente che tramite altre persone, molte esperienze di come un certo modo di stare seduti cambia l’atteggiamento della mente. E i popoli antichi lo sapevano e trovarono modi diversi per le diverse persone di stare seduti. C’era il modo del guerriero, il modo dello studioso, il modo della persona meditativa, il modo dell’uomo d’affari, dell’operaio, dell’avvocato, del giudice, dell’inventore. Immaginate, che meraviglia che il mistico abbia scoperto questo e lo abbia sperimentato per migliaia di anni, il grande effetto che stare seduti in una certa postura ha su una persona e soprattutto sulla sua mente. Lo sperimentiamo nella nostra vita quotidiana ma non ci pensiamo. Ci capita di stare seduti in un certo modo e di sentirci inquieti; e ci capita di sederci in un altro modo e di sentirci tranquilli. Una certa posizione ci fa sentire ispirati e un altro modo di star seduti ci fa sentire privi di energia, senza entusiasmo. Placando la mente con l’aiuto di una certa postura si può purificarla.

Il secondo modo di purificare la mente è per mezzo del respiro. E’ davvero interessante per un’orientale vedere come a volte in occidente, nelle loro invenzioni, le persone inconsciamente applicano i principi del misticismo. Gli occidentali hanno una macchina che pulisce i tappeti aspirando la polvere. Con il respiro è lo stesso sistema alla rovescia: il modo corretto di respirare aspira la polvere dalla mente e la espelle. Lo scienziato arriva a dire che una persona espira anidride carbonica; i gas nocivi vengono espulsi dal corpo espirando. Il mistico va oltre, sostenendo che vengono espulsi non soltanto dal corpo, ma anche dalla mente. Se si sapesse come eliminare le impurità, se ne potrebbero eliminare più di quanto si possa immaginare. Le impurità della mente si possono espellere con il giusto modo di respirare; questo è il motivo per cui i mistici abbinano respirazione e postura. La postura aiuta a placare la mente, la respirazione aiuta a pulire la mente: le due cose procedono assieme.

I PARTE